Il Cittadino


Cos’è il cittadino? Nell’accezione comune, che si evince soprattutto dal dibattito politico, il termine cittadino sembra essere connesso esclusivamente ad una serie di diritti e benefici, che lo Stato deve corrispondere all’individuo che acquisisce questo status. Questa concezione ormai predominante è una stortura estremamente deleteria, che deresponsabilizza l’individuo nel rapporto con la comunità, invertendo i ruoli dei due soggetti, rendendo il cittadino un padrone capriccioso ed esigente verso la società. Tale concezione, oltre a minare le basi stesse della convivenza civile, denigra il ruolo stesso di cittadino, privandolo della sua importanza fondamentale. Sanare questa devianza significa riportare ordine e stabilità nella società.

Il Cittadino è un servitore della comunità. Acquisire tale status significa ottenere il beneficio di dedicare la propria esistenza e le proprie energie alla comunità, alla Patria, di cui si diviene parte.

Presso gli antichi il massimo privilegio per un individuo era servire la propria patria in guerra, divenire soldato era un onore riservato a pochi (coloro che potevano acquistare le armi con il proprio denaro), non un onere.

Questa è la vera essenza dello spirito di cittadinanza: avere la responsabilità di operare per la protezione e la prosperità della propria patria; ricevere da parte della patria una responsabilità, un dovere, è un privilegio, che rende l’individuo membro a tutti gli effetti di una comunità. Ciò significa ricevere il beneficio di avere un’identità riconosciuta dai membri della comunità di appartenenza e dai membri di altre comunità. Non più un nessuno, ma un cittadino. A questo status si lega però anche un diritto fondamentale: la riconoscenza da parte della comunità degli sforzi che l’uomo cittadino ha compiuto per il bene della stessa, che devono essere ripagati con la protezione, il diritto alla giustizia, l’onore e in caso di bisogno, nella vecchiaia o in malattia, con un’assistenza calibrata sull’efficienza del servizio reso. Non va dimenticato però che per ricevere questi diritti bisogna prima meritarli. Così al cittadino che non ottempera ai propri doveri e antepone l’interesse personale a quello collettivo, a danno della comunità, deve essere revocata la cittadinanza.

Quali sono i doveri del Cittadino?

1)    proteggere la Patria a costo della vita e salvaguardarne gli interessi

2)    farsi depositario e custode delle tradizioni, dei valori, della cultura, dell’identità, della Storia del proprio popolo

3)    crescere i propri figli nel rispetto dei valori fondanti della Patria

4)    operare nel miglior modo possibile nel proprio lavoro

5)    essere custode delle leggi, della giustizia e delle istituzioni della nazione; per ottemperare in maniera efficiente a questo scopo il cittadino ha il dovere di alimentare la propria cultura in campo politico, in modo da distinguere buone leggi e buone istituzioni

6)    vigilare sulla rettitudine dei propri governanti, affinché essi non antepongano mai l’interesse privato a quello pubblico; qualora lo facessero il cittadino ha il dovere di deporli, con qualunque mezzo

7)    mantenere un comportamento retto e dignitoso, che possa dare lustro in ogni frangente alla propria comunità; evitare pertanto gli eccessi e la mancanza di decoro

8)    onorare e custodire la memoria dei propri avi e dei grandi servitori della patria

9)    salvaguardare e valorizzare il proprio territorio

10) proferire il massimo impegno per essere un grande esempio ai propri compatrioti

Questi sono i più generici, ma fondamentali, doveri del buon cittadino.

L’intero discorso può sembrare estremamente retorico e antiquato, ma possedere questa concezione del proprio ruolo di membro riconosciuto della società è la conditio sine qua non perché l’intera società sia ordinata, efficiente, buona. Attraverso questo semplice pensiero si combatte l’individualismo, il più grande nemico della nostra società, fonte prima di tutti i mali che ci affliggono quotidianamente.

La soluzione risiede in un’idea semplicissima: la Patria è per ognuno di noi una madre amorevole, a cui va il nostro rispetto e la nostra assoluta devozione.

Senza la Patria siamo niente, al servizio della Patria siamo tutto.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...